Il Sentiero delle Creste

una escursione panoramica adatta a tutti

Il Sentiero delle Creste è una passeggiata tranquilla che ci consente di ammirare magnifici panorami sulle vette dell’Alpago, sulla Val Belluna, sull’Altopiano del Cansiglio e sulla pianura trevigiana.

Dal piazzale della Casera (quota 1398 m) si sale sulla strada sterrata che sale ripida dal piazzale verso le creste. Dopo alcune curve e un tratto rettilineo in salita, arriviamo al Giardino Botanico, di fronte al quale sorge Malga Faverghèra (quota 1450 m).

Rimanendo sempre sulla strada, dopo altri 600 m raggiungiamo il Rifugio Brigata Cadore, posto nei pressi del Monte Faverghèra (quota 1608 m). Successivamente, abbandoniamo la strada deviando a sinistra sui prati del Col Torònt (quota 1655 m) che sovrastano il Rifugio Bristòt (quota 1612m), e proseguiamo sulla linea di cresta.

Superata la vetta del Col dei Gai (quota 1745 m) dove sorge la Madonnina de le Creste, scendiamo in una sella prima di effettuare l’ultimo strappo in salita che ci porterà al rifugio 5° Artiglieria Alpina in vetta al Col Visentin (quota 1763 m).

Punto di partenza: Ristorante La Casera
Punto di arrivo: Col Visentin
Tempo di percorrenza: 2 h
Aumento di quota: D+ 434 m
Distanza: 5.03 km

VARIANTE DELLE CRESTE EST

Aumento di quota: D+ 148 m
Tempo di percorrenza: 45′
Lunghezza variante: 1,51 km

Anziché seguire la strada che unisce La Casera con il Monte Faverghèra, è possibile percorrere una variante posta a est che si inserisce in un contesto ancor più panoramico.

L’accesso si effettua attraverso il parco giochi della Casera, quindi si segue un percorso tra bosco e prati ricchi di doline passando nei pressi di una palestra di roccia.

Durante il cammino apprezzeremo spettacolari visuali verso la conca dell’Alpago e il lago di Santa Croce. Raggiunta Casera Favergheretta, si segue l’ultimo tratto del sentiero n. 950 fino a Malga Faverghèra dove si incontra il sentiero principale.

VARIANTE PER RIFUGIO BRISTOT

Aumento di quota: D+ 130 m
Tempo di percorrenza: 1 h
Lunghezza variante: 2,89 km

Volendo evitare il crinale di Col Torònt, a partire dal rifugio Brigata Alpina Cadore, è possibile rimanere sulla strada forestale che passa per il Rifugio Bristòt e aggirare in successione la Busa de Camp, la fossa Piccola e la fossa Grande.

Il sentiero delle Creste verrà nuovamente raggiunto alla sella che separa il Col dei Gai dal Col Visentin. Questo tracciato può  essere una valida soluzione per il ritorno.

Dal libro “Visentin Selvaggio” di Giovanni Carraro – Ediciclo Editore

Start typing and press Enter to search